Sveliamo la storia di Napapijri

Una combinazione fatta da elementi di origine enigmatica e da un nome difficile da pronunciare ha generato un'aria di mistero intorno al marchio Napapijri. Tutto ciò ci rappresenta perfettamente, poiché siamo da sempre impegnati nell'esplorazione e nel superamento dei confini. La nostra è una storia fatta di culture che si fondono tra di loro, design ricercato e una spinta incessante verso un futuro orientato al costante miglioramento. Ma per capire come siamo arrivati fin qui, è importante conoscere da dove veniamo. Ecco il racconto del nostro viaggio.

Come si pronuncia Napapijri?

Napapijri si pronuncia semplicemente "na-pa-pi-ri", con la "J"che non si sente. Il termine finlandese su cui si basa il marchio è "Napapiiri", che richiede una pronuncia un po’ diversa: la terza sillaba -pii- è pronunciata leggermente più lunga, con alla fine il suono aspirato dell’"H" (come in "mojito"). Molti italiani hanno dei dubbi su come pronunciare "Napapijri" per via della "J", ma una volta udito diventa molto semplice. Adoriamo il fatto che il nostro nome sia pronunciato in modo diverso nelle varie parti del mondo: è l'essenza della nostra cultura e della nostra etica. Ma se sei una persona precisa, ricordati della pronuncia finlandese, con la “I” lunga e la “H” aspirata: na-pa-piih-ri.

Cosa significa Napapijri?

In finlandese la parola "napapiiri" significa "circolo polare artico". "Napa" si può tradurre con "polare" e "piiri" con “circuito” o “cerchio”. Il nome del marchio "Napapijri" si basa proprio su questa parola, in quanto l'abbigliamento è associato ai climi freddi e all’avventura. Nonostante il cambio di ortografia, "Napapijri" mantiene la pronuncia "napapiiri", come spiegato sopra.

Perché Napapijri esibisce una bandiera norvegese?

Napapijri è un marchio italiano con un nome finlandese, quindi la presenza della bandiera norvegese può sembrare un mistero. Ma la bandiera è un riferimento ai grandi pionieri norvegesi dell'età d'oro dell'esplorazione: persone come Roald Amundsen, il leader della squadra che conquistò il Polo Sud. La Norvegia vanta una lunga storia fatta di esplorazioni, che inizia con i Vichinghi, noti per aver visitato Russia, Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna meridionale, Turchia e Nord Africa circa mille anni fa. Esistono anche prove che abbiano raggiunto quella che oggi chiamiamo Terranova, in Canada. La capacità dei norvegesi di affrontare i climi freddi li ha resi naturali esploratori polari. Fridtjof Nansen attraversò la Groenlandia nel 1888 e, a metà del decennio successivo, raggiunse l'86 ° 14′ di latitudine nord, a soli 400 km dal Polo Nord. Roald Amundsen guidò la prima squadra che raggiunse il Polo Sud nel dicembre 1911. Questo spirito di avventura ispira non solo il nostro nome, ma anche il nostro abbigliamento: il parka è stato inventato da Caribou Inuits e la giacca Rainforest indica le vaste aree del mondo che rimangono inesplorate, oltre al nostro impegno per la protezione dell'ambiente.

Da quale paese proviene Napapijri?

Napapijri è stata fondata e ha sede in Italia, ma abbiamo un'organizzazione globale di produzione e distribuzione. Il nostro nome deriva dal finlandese, presenta una bandiera norvegese e il marchio è stato ispirato dal clima e dallo stile di vita del Monte Bianco, al confine franco-italiano, rendendoci così un marchio davvero globale. Quando è stata fondata nel 1987 dall'imprenditrice pioniera Guiliana Rosset, Napapijri produceva solo borse. L’originale borsa da viaggio Bering (dal nome di un altro esploratore, Dane Vitus Bering) è ancora oggi uno dei nostri prodotti più popolari. Dal 1990 poi abbiamo iniziato a progettare e produrre abbigliamento - tra cui lo Skidoo nel 1990 e la Rainforest nel 1995, oltre a calzature e abbigliamento per bambini. Abbiamo aperto il nostro primo negozio nel 1997 a Chamonix, in Francia, proprio ai piedi di ciò che ci ha ispirato per la prima volta, il Monte Bianco.

Passato, presente e futuro tutto in un unico marchio

Napapijri si ispira al passato, al presente e al futuro. Il passato è rappresentato dal nostro rispetto per i grandi nomi dell'era dell'esplorazione. Il presente viene mostrato attraverso le nostre collezioni in continua evoluzione e la ricerca tecnologica per renderle sempre migliori. E stiamo facendo la nostra parte anche per il futuro... aprendo la strada alla moda circolare, che combina design, sostenibilità e innovazione nei nostri prodotti, in particolare la Serie Circular.